Piastrelle della metropolitana di New York City

Chi sono io
Aina Martin
@ainamartin

Molte stazioni della metropolitana di New York City sono decorate con placche colorate in ceramica e mosaici di piastrelle. Di questi, molti assumono la forma di cartelli, che identificano l'ubicazione della stazione. Gran parte di questo lavoro in ceramica era in atto quando il sistema della metropolitana fu originariamente aperto il 27 ottobre 1904. Altri lavori più recenti continuano ad essere installati ogni anno, molti dei quali piuttosto allegri e fantasiosi[1] [2].


contenuto

  • Storia 1
    • 1.1 Heins e LaFarge (1901–1907)
    • 1.2 Scudiero Vickers (1906-1942)
    • 1.3 Mostra (2007)
  • 2 tessere della metropolitana oggi
  • 3

Profilo Aziendale

Heins & LaFarge (1901–1907)

Due aziende sono state pioniere nella creazione di questa magistrale opera in ceramica.


Il primo lavoro fu svolto da Heins & LaFarge (artisti George C. Heins e Christopher Grant LaFarge), a partire dal 1901 e continuando fino al 1907. Heins e LaFarge erano entrambi parenti di John LaFarge (rispettivamente cognato e figlio) , che era uno dei principali artigiani del vetro colorato dell'epoca. Facevano parte del movimento Arts and Crafts e lavoravano nello stile dell'architettura Beaux-Arts, entrambi molto in voga all'inizio del ventesimo secolo. Al momento della loro assunzione avevano completato grandi progetti presso la Cattedrale di St. John the Divine di New York e lo zoo del Bronx. Oltre a progettare i motivi artistici, Heins & LaFarge hanno anche svolto gran parte del lavoro architettonico che ha determinato l'aspetto generale di intere stazioni della metropolitana.


Sapevano che tipo di materiali avrebbero resistito bene alla pulizia e allo sfregamento pesanti; hanno lavorato con le aziende produttrici di ceramiche Grueby Faience Company di Boston e Rookwood Pottery di Cincinnati. La loro opera d'arte in ceramica include motivi pittorici colorati relativi alla posizione di una stazione, ad esempio:


  • La stazione di South Ferry è decorata da 15 rappresentazioni in bassorilievo di un veliero sull'acqua.
  • La stazione di Astor Place è decorata con grandi emblemi di castori in ceramica, che rappresentano le pelli di castoro che hanno contribuito a rendere ricco John Jacob Astor.
  • La stazione della 116th Street include un emblema in bassorilievo che rappresenta la vicina Columbia University.

Il bassorilievo trovato nel sottosuolo della metropolitana è stato paragonato all'opera dell'artista rinascimentale italiano Andrea Della Robbia. Gran parte del loro lavoro sulle piastrelle consisteva in cartelli identificativi della stazione per guidare i passeggeri. Oltre a targhe pittoriche e segni di ceramica, un altro aspetto del loro lavoro è l'esecuzione di motivi decorativi, come motivi a uova e freccette, lungo i soffitti delle stazioni.

Scudiero Vickers (1906-1942)

Nel 1906 lo scudiero J. Vickers, un giovane architetto, fu assunto per continuare con i progetti. Vickers ha mostrato molto rispetto per lo stile di Heins & LaFarge. La sua opera consiste molto più di mosaici; non ha utilizzato la tecnica del bassorilievo, citando la necessità di mantenere l'opera d'arte piatta al muro per una più facile pulizia. Nel suo lavoro pittorico, Vickers enfatizza gli edifici reali che potrebbero fungere da punti di riferimento, come la sua rappresentazione colorata di Brooklyn Borough Hall (1919) alla stazione con quel nome, piuttosto che i castori e le navi a vela di Heins & LaFarge. Descrive la sua tecnica del mosaico in questo modo:


Modello: Cquotetxt

Vickers ha continuato a lavorare su progetti di metropolitana per 36 anni, fino al 1942.

Esibizione (2007)

Due mostre, una che celebra il lavoro di Heins & LaFarge e una per Vickers, saranno allestite presso l'Annex del New York Transit Museum[3] al Grand Central Terminal nel 2007.

Piastrelle della metropolitana oggi

Diverse stazioni della metropolitana di New York City hanno nuove ceramiche e mosaici, portando avanti la tradizione delle piastrelle della metropolitana di portare colore e allegria sottoterra. Alcuni esempi sono:



  • La stazione [[28th Street (BMT Broadway Line)|} sulla BMT Broadway Line è sede di fantasiose opere di mosaico "City Dwellers" di Mark Hadjipateras [4].
  • La stazione di Houston Street sulla linea IRT Broadway—Seventh Avenue ospita il "Platform Diving" dell'artista Deborah Brown [5]
  • La stazione 81st Street–Museum of Natural History sulla IND Eighth Avenue Line ospita "For Want of a Nail" del MTA Arts for Transit Design Team [6].
  • La stazione di Prince Street sulla linea BMT Broadway ospita "Carrying On" un'opera d'arte di Janet Zweig [7].
  • La stazione della 110th Street sulla IND Eighth Avenue Line ospita "Migration" dell'artista Christopher Wynter [8].

New York dimenticata - Nuovi mosaici
Guida all'arte della metropolitana
SubwayCeramics Piastrella storicamente autentica della metropolitana Stookey, Lee (1994). Ceramiche della metropolitana. North Haven, CT: William J. Mack Co.


Aggiungi un commento di Piastrelle della metropolitana di New York City
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.